CENTRO PSICOLOGICO CAMMINANDO

Transculturale

Siamo psicologi e psicoterapeuti, di diverso orientamento teorico, che condividono un unico obiettivo: mettere la persona al centro, costruire insieme il migliore percorso possibile, orientare e collaborare.​

“Più di quanto accada in qualsiasi altra specie, le menti umane nuotano in un mare chiamato cultura.” (Ridley, 2005)

Skills

La psicoterapia Transculturale è un approccio di cura psicologica che prende in considerazione psiche e cultura come due facce della stessa medaglia.

Ci riferiamo all’intreccio perennemente dinamico tra bios, psiche e cultura, in altre parole all’interconnessione costante tra cultura, memoria, corpo-mente, soggettività ed esperienza

Il rapporto tra il soggetto e la cultura o le culture di riferimento (cultura nazionale, locale, subculture, cultura famigliare, cultura d’origine…) è inteso come un rapporto attivo di ‘interscambio’ e come fondante l’economia psichica del soggetto.

Lo sguardo transculturale non è specifico per la cura di persone di culture lontane.

Tutti noi apparteniamo ad una o più culture e nella vita attraversiamo diverse culture: quella famigliare, quella del gruppo di riferimento della nostra adolescenza, quella del luogo in cui lavoriamo, quella degli amici e delle persone e dei luoghi che ogni giorno incontriamo…

La psicoterapia è sempre uno spazio transculturale, un luogo di incontro tra due persone diverse che possono condividere alcuni valori di riferimento e differenziarsi in molti altri…

E’ proprio questo spazio in cui è possibile incontrarsi e riconoscersi nelle reciproche differenze che rende possibile una relazione che cura, uno scambio autentico portatore di benessere e crescita personale.

La cultura può essere origine del nostro malessere e dare forma al modo in cui stiamo male o in cui manifestiamo il nostro disagio… i nostri sintomi non sono mai casuali e spesso sono culturalmente connotati.

D’altra parte la cultura offre spesso anche l’antidoto, le vie attraverso cui è possibile prendersi cura di sè e stare bene.

Così come la cultura a che fare col nostro benessere e con la nostra creatività: non subiamo la cultura, nè scegliamo alcuni aspetti, li rielaboriamo in modo personale adattandoli alla nostra esperienza soggettiva e restituiamo alla collettività nuovi spunti che entrano a far parte della cultura condivisa.

La nostra soggettiva esperienza di benessere è connessa al rapporto che abbiamo con il prorpio vissuto emotivo, con la propria storia, con la propria comunità, con i valori di riferimento e con le generazioni precedenti.

Per comprendere  e prendersi cura della psiche umana, occorre quindi un approccio complementarista che integri un duplice sguardo: antropologia e psicanalisi (G. Deverux).

Per ulteriori info e per prenotare un primo colloquio:
Chiara Brentan, cell. 3480365381
Simona Di Corato, cell. 3383207530
mail:  info@camminando.net specifica che sei interessato alla psicoterapia transculturale.

Costo della seduta: 60 euro.